One Mic – Commerciale

Inserita da il 10 apr 2011

Finalmente tornano i One Mic, tutti e tre per un’altra volta assieme, dopo l’esperienza solista arrivata nel momento giusto per ognuno di loro, che ci ha permesso di conoscere meglio Ensi, Rayden e Raige presi singolarmente, e goderne appieno le loro capacità e il loro spirito d’intrattenimento. Dopo qualche anno l’idea di ritrovarli di nuovo sulla stessa barca incuriosiva non poco. Eccoli qui spuntare pimpanti e in forma smagliante sotto la supervisione del veterano Big Fish, per un disco davvero piacevole e ben assimilato.

Conosciamo bene il talento di Ensi, non più un ottimo prospetto, ormai stella del panorama Hip Hop Italiano, ma come non innamorarsi dello stile di Raige, nuovo, fresco, sognatore, una voce davvero bella, quanto unica per essere un rapper. Non potremmo fare a meno nemmeno di Rayden, dotato di una scrittura particolare, e tanta fame di gloria, capace di essere anche un ottimo beat maker.

Davvero molto affiatati sul beat, te ne accorgi subito, sin dall’intro ‘5 anni dopo’ vero Anthem di battaglia del trio, ragazzi qui si parte in bellezza! Quello di chiamare il disco ‘Commerciale’ non è nient’altro che una trovata ironica. L’album è uscito sotto Doner Music, non c’è la Major sotto, I ragazzi sono ancora lontani dalle copertine patinate, dal mainstream, dal pericoloso circolo dei famosi, dalla vita mondana e dai soldi grossi, anche se il lato buono di tutto questo glielo augurerei di cuore. Hanno fatto questo disco solo per amore della musica.

Rappano solo per amore dell’Hip Hop: ‘Con o senza cash’ spiega davvero la loro situazione e la passione che ci mettono per tutto ciò che è ‘Lei’. Bel ritornello comandato da Raige ovviamente,che mi pare sia accompagnato dagli altri due; poi , bella base di Fish. ‘Commerciale’ la conoscete, è il pezzo di lancio, pompa un bel po’, martella, ed ha anche i suoi perché. I tre ragazzi torinesi sanno esprimersi molto bene, e se c’è una cosa che gli riesce perfettamente e l’introspezione. Sanno parlare dei sentimenti, dell’amore.

Oggi tutto questo è merce rara, mentre stiamo assistendo a un persistere di un trend filo-gangsta, stradaiolo, macho, da club, che in alcuni casi riesce, e in tantissimi altri irrita e supera il ridicolo. Storie di gioventù, con la consapevolezza di stare crescendo: con ‘Non ho l’età’ rispecchia un po’ quel passaggio da infanzia in una bolla di sapone al ‘mondo la fuori’ che viviamo tutti. ‘One Mic fa Rap’ e ‘Non c’è storia’ ‘Mentalità da Periferia’  danno quel tocco più easy, più punchliner, più scacciapensieri. Bella l’idea di richiamare i vecchi classici dell’Hip Hop nostrano.

I tre portano con sé un messaggio di speranza, in un periodo abbastanza difficile per i giovani, lo si denota soprattutto nel pezzo ‘Vivo come se’. Bella musica, potetete mettervi comodi e rilassarvi. Capita poche volte quando ascolti un disco Rap. I One Mic hanno il dono della semplicità, e lo sapete bene oggi è cosanon comune. Questi ragazzi meritano di essere seguiti e supportati, non solo con il disco, anche nei live.

Commenta con la tua opinione!



Se hai dimenticato la tua password usa il recupero password.

×